La magia del suono: aggiungi musica ed effetti audio ai tuoi video

La sonorizzazione svolge un ruolo importante nella produzione video. Questo vale sia per i progetti cinematografici complessi che per i video autoprodotti. In qualsiasi ripresa video possono verificarsi rumori fastidiosi o fluttuazioni di volume. In molti casi, tuttavia, la registrazione originale non risulta abbastanza autentica o concisa per lo spettatore. Di seguito abbiamo raccolto alcuni suggerimenti e trucchi per eseguire la postproduzione audio dei video.

Sonorizzare video a casa

Sonorizzare video a casa

Se si vuole doppiare e sonorizzare un video, occorre innanzitutto un software video che faccia coincidere con precisione immagini e audio. La maggior parte delle soluzioni software in questo settore offre già una serie di funzioni di editing audio. In Video deluxe Plus, ad esempio, oltre a un ampio editing surround 5.1, sono disponibili anche funzioni più semplici per la rimozione del rumore con un solo clic.

Sonorizzare video in studio

Sonorizzare video in studio

Per la sonorizzazione e il doppiaggio professionale nell'industria cinematografica, spesso è presente un intero team di sound designer e foley artist (creatori di rumore) che, attraverso l'uso di oggetti di scena e tecniche di registrazione di ogni tipo, creano rumori o suoni speciali basati sulla combinazione di percezione acustica e visiva dello spettatore. Il "foley artist" imita quindi i suoni che vengono poi aggiunti al film come parte del processo di doppiaggio e postproduzione audio.

Ad esempio, un foglio di cellophane può essere usato per simulare il crepitio di un falò, i piselli su un foglio di alluminio possono essere usati per simulare lo scroscio della pioggia e un guanto con graffette può essere usato per simulare il "battere" delle zampe del cane su una superficie dura. La creatività qui non conosce limiti. Naturalmente, tutto viene registrato con apparecchiature di studio di alto livello. Tuttavia, anche con un'attrezzatura non proprio eccellente, grazie ai nostri consigli, è possibile ottenere risultati straordinari. Tutto ciò che ti serve è un po' di creatività e il software giusto.

Sonorizzazione degna di Hollywood -
sonorizzare video con la musica

La giusta atmosfera

Per un effetto emotivo, naturalmente, la canzone deve adattarsi alla scena e all'atmosfera del film. Come regola generale, più la scena è emotiva, più la musica deve essere lenta.

Naturalmente, bisogna fare attenzione che il montaggio del video corrisponda al tempo base della musica e che cambi a seconda della canzone. Ciò significa che i due elementi non devono assolutamente essere considerati separatamente l'uno dall'altro. Dopo tutto, è proprio l'interazione tra suspense e i relativi cambi di tempo che determina la qualità di un video.

Ecco alcuni suggerimenti ed esempi per la giusta colonna sonora:

  • Cambi di scena veloci: techno, dubstep, indie rock
  • Scene emotive (video di matrimoni): canzoni con archi, violini, viole, pianoforte
  • Azione: chitarre elettriche distorte, musica rock veloce, ritmi trap, hip hop
  • Registrazioni degli anni '80: canzoni con sintetizzatore, batterie 808
  • Registrazioni degli anni '70: funk e soul
  • Vacanze al mare o luoghi soleggiati: ritmi veloci di flamenco, percussioni, chitarre acustiche

Il nostro consiglio: le soluzioni software, come Fastcut, tagliano i video in modo completamente automatico a ritmo di musica. Si tratta di una soluzione molto pratica quando è necessario fare le cose in fretta.

Scegliere la musica giusta

La sonorizzazione dei video con i suoni è più complessa, ma può anche essere molto divertente. A tal fine esistono raccolte di suoni già prodotti, come l'archivio di sonorizzazione di MAGIX. L'alternativa è registrare i suoni e rumori da soli.

Ma qualunque sia la strada che vuoi percorrere, il timing è fondamentale! Se un suono o un rumore e l'immagine corrispondente non sono sincronizzati, si noterà subito. Per questo è particolarmente importante riprodurre la scena più volte di seguito e provare diverse posizioni del file audio sulla Timeline. A volte anche uno spostamento di millisecondi porta al risultato desiderato.

Se vuoi semplicemente inserire della musica nel tuo materiale video, devi prima di tutto assicurarti che i brani utilizzati non siano coperti dal diritto d'autore.

Se vuoi semplicemente inserire della musica nel tuo materiale video, devi prima di tutto assicurarti che i brani utilizzati non siano coperti dal diritto d'autore. Questo vale in particolare per i video pubblicati su Internet, in TV o al cinema, ad esempio, o semplicemente proiettati davanti a un pubblico.

È quindi consigliabile scoprire fin dall'inizio quali canzoni ed effetti sonori si possono utilizzare. Può trattarsi di musiche ed effetti audio professionali speciali per la produzione video, le cui licenze spesso prevedono già la pubblicazione.

Creare un voice over per i video

Microfonaggio durante la sonorizzazione

La maggior parte delle videocamere è oggi dotata almeno di un microfono. Non sempre però la qualità è ottima. Tuttavia, spesso i microfoni sono sufficienti per catturare i suoni ambientali per creare un'atmosfera. Ma quando si tratta di registrazioni vocali per i video, i suoni scoppiettanti e sibilanti risultano fastidiosi. Per questo si consiglia di utilizzare fin dall'inizio un microfono adeguato in un ambiente silenzioso.

Microfono a condensatore per altoparlanti esterni

I microfoni a condensatore sono spesso superiori ai microfoni dinamici in termini di qualità del suono. Ciò è dovuto alla risposta in frequenza spesso più lineare e alla maggiore fedeltà degli impulsi. D'altra parte, sono però meno robusti e non sono adatti all'uso in esterni. Per la registrazione vocale, tuttavia, la qualità ha la priorità sulla robustezza, per rendere la voce chiara e comprensibile. Si dice che il microfono a condensatore abbia anche un rumore di fondo inferiore. Se si vuole davvero portare la qualità nelle proprie registrazioni, è necessario rivolgersi a un rivenditore specializzato per ottenere una consulenza dettagliata sul microfonaggio.

I tre fattori più importanti della registrazione sono:

  1. la distanza di chi parla dal microfono,
  2. il volume di ingresso durante la registrazione e
  3. il volume della voce di chi parla.

Pertanto, inizia con una registrazione test e prova diverse combinazioni dei tre fattori. Una volta trovata la distanza giusta, è sufficiente segnare il punto con del nastro isolante. Inoltre, prendi nota del volume di registrazione. In questo modo si otterrà una maggiore uniformità per le registrazioni di parlato con interruzioni. Un buon punto di partenza per individuare la distanza perfetta tra chi parla e il microfono è di circa 20 cm. È possibile determinare facilmente questa distanza con le mani. A tal fine, allontanare il più possibile il mignolo dal pollice e tenere un dito contro il microfono o il filtro antipop e l'altro dito contro il mento. A partire da questo punto, si può variare la distanza a piccoli passi.

Puoi anche regolare o modificare il volume della registrazione audio in Video deluxe Plus in seguito e in modo individuale sul materiale video. Se la registrazione del parlato presenta piccoli difetti, correggili in seguito con vari effetti sonori.

Rimuovere l'audio dai video - ma come?
Come eliminare i rumori più comuni

Come eliminare i rumori più comuni

Rimuovere suoni plosivi e sibilanti

Effetto consigliato: DeEsser. Con un DeEsser (o De-"S"-er) si riducono le sibilanti e le S acute o il "popping" quando si pronunciano parole con la "P". Il vantaggio di doppiare un video: con il giusto editing, la voce mantiene il suo suono naturale e caldo.

Eliminare il rumore di fondo

Effetto consigliato: gate. Un "gate" lascia passare solo alcuni segnali predefiniti dall'utente. Ciò significa che è possibile utilizzare l'effetto in modo tale che i rumori di fondo disturbanti non vengano più "trasmessi" con esso.

Se hai un interesse particolare per l'ottimizzazione dell'audio dei video, dovresti dare un'occhiata al Video Sound Cleaning Lab.